Serie A: L'Atalanta riparte da Gasperini per tornare in Europa

02 luglio 2022 10:52:52 CET
Gian Piero Gasperini, tecnico dell'Atalanta.

Ultimo anno deludente per la Dea, che non è riuscita a centrare la qualificazione alle coppe. La società, però, ha voluto blindare l'allenatore che ha scritto le pagine più belle della storia del club orobico. Riscattato Demiral, potrebbe partire uno tra Zapata e Muriel per far spazio a Pinamonti.

La domanda che i tifosi dell'Atalanta si pongono è la seguente: senza gli introiti e la vetrina della Champions League, a cosa potrà ambire la squadra? La rosa verrà indebolita? La risposta è semplice: anche senza Europa, la filosofia della società non cambia. Sì, perché la Dea, accantonata la pazza idea rivoluzione, punterà forte su giovani talenti da valorizzare. Magari privandosi di uno o due big per sistemare i conti. La parola d'ordine è niente proclami. Il ritorno in Europa è sì un obiettivo, ma non un imperativo. Al timone confermatissimo Gian Piero Gasperini: dopo il deludente ottavo posto in campionato, l'addio del 64enne tecnico torinese sembrava scontato. E, invece, si riparte insieme. L'Atalanta vincente scudetto è data a 26.00. Queste le altre quote: Inter a 2.87, Juventus a 3.00, Milan a 3.25, Napoli a 13.00.

A tutto Gasp

Avanti con Gasperini, dunque. Per l'allenatore nato a Grugliasco si tratterà dell'ottava stagione sulla panchina orobica, la prima della nuova targata Stephen Pagliuca. Nei mesi scorsi il nuovo azionista di maggioranza si è più volte lasciato andare a dichiarazioni che hanno fatto sognare il pubblico di fede nerazzurra. Come quando ha detto che vuole "una squadra vincente come i suoi Boston Celtics". Ma è proprio così? Inutile negarlo: l'ultima stagione si è rivelata molto al di sotto delle aspettative. Anche perché l'Atalanta era considerata tra le favorite per lo scudetto. Ma il crollo nella seconda parte del campionato ha spinto la squadra addirittura fuori dalla zona europea. Per questo motivo, Gasperini preferisce non esporsi. In attesa che il mercato faccia il suo corso, la Dea è senza dubbio in ottime mani.

In questi anni 'Gasperson', soprannome che gli venne cucito addosso ai tempi della sua lunga permanenza nella Genova rossoblù, ha incantato l'Italia e l'Europa, al punto da essere elogiato anche da Pep Guardiola, l'inventore del tiki-taka, e Jurgen Klopp. Per tre volte, dal 2018 al 2021, Gasperini ha portato l'Atalanta al terzo posto, facendole conquistare la qualificazione in Champions League per la prima volta nella sua storia. E in Champions – tra le più grandi – gli orobici hanno dimostrato di potersela giocare con chiunque. Subito ai quarti il primo anno (la migliore tra italiane), eliminati dal Psg. Nel 2020-21 il cammino si è interrotto agli ottavi, per mano del Real Madrid. Nell'ultima stagione la retrocessione in Europa League e l'eliminazione ai quarti ad opera del Lipsia. Certo, il nostro movimento calcistico perde la più europea tra le italiane. Ma Gasperini – attraverso la cultura del lavoro – farà il possibile (e l'impossibile) per riportare subito l'Atalanta nelle posizioni di vertice.

Articoli Correlati Serie A

Serie A: Maldini rinnova, il mercato del Milan può decollare

Serie A: il punto sul calciomercato della Fiorentina

Serie A: Juventus, incontro Allegri – Campos non preoccupa la società

Serie A: Milan – Origi ormai ad un passo. A Napoli c’è da risolvere la grana Ruiz

Tra conferme, cessioni e acquisti

Il mercato non è ancora entrato nel vivo, anche se il club ha staccato un assegno di 20 milioni per riscattare Demiral dalla Juventus. Il nome più caldo è quello di Ederson, 22enne centrocampista brasiliano scovato a gennaio da quel volpone di Sabatini e tra i principali artefici della miracolosa salvezza in rimonta della Salernitana. Con il club campano l'accordo è stato raggiunto da tempo (nell'affare rientra Lovato), manca ancora l'intesa con il calciatore. Capitolo portieri: sarà concessa ancora fiducia all'argentino Musso. Quindi, bisognerà trovare una sistemazione a Carnesecchi, titolare dell'Under 21 e reduce dalla promozione in A con la Cremonese, e Gollini, tornato dal Tottenham dove non è mai stato impiegato.

Sul primo è forte la Lazio, sull'ex Spurs si sta muovendo la Fiorentina nell'ambito di uno scambio che porterebbe Kouamé al Gewiss Stadium. La linea difensiva non dovrebbe cambiare più di tanto, anche perché per Gasperini è fondamentale disporre di elementi che già conoscano a memoria il suo stile di gioco. Palomino, Toloi e Djimsiti non si muoveranno da Bergamo. Stesso discorso per il giovane e talentuoso Scalvini. Levi Colwill, 19enne di proprietà del Chelsea se dovesse partire Demiral. Sulle corsie laterali qualcosa si farà: in bilico Mahele e Hateboer, piacciono Cambiaso del Genoa, Lazzari della Lazio, Parisi dell'Empoli e Nuno Tavares dell'Arsenal.

In mediana si ripartirà da De Roon e Freuler. Occhio a Koopmeiners: l'olandese ha estimatori soprattutto in Germania. Inamovibile il centrocampista-goleador Pasalic (13 gol nell'ultimo campionato). In lista di sbarco sono finiti Miranchuk e Pessina, seguito dal Monza. El Shaarawy è un'idea, il Pistolero Luis Suarez un sogno durato una manciata di minuti, Pinamonti il grande obiettivo. Proprio così: l'ex attaccante dell'Empoli, di proprietà dell'Inter, è la scommessa su cui intende puntare l'Atalanta. Ma prima bisognerà vendere un pezzo da novanta. Sì, uno tra Duvan Zapata e Luis Muriel sarà ceduto per far cassa. Ed è destinato a partire anche Ilicic, che a Bergamo ha scritto meravigliose pagine di calcio.

Scommesse Calcio

Effettuando l'accesso, continuando a utilizzare o a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo da parte nostra di alcuni tipi di cookie per migliorare il servizio offerto. bet365 utilizza esclusivamente cookie atti a garantire un uso ottimale del sito e non quelli che potrebbero interferire con la tua privacy. Per ulteriori informazioni sul nostro utilizzo dei cookie o su come poterli disattivare o gestirne l'uso, puoi consultare la nostra Informativa sui cookie.
ll gioco è vietato ai minori, può creare dipendenza patologica e disturbi da gioco d’azzardo. Probabilità di vincita
Il sito www.bet365.it è gestito da Hillside (New Media Malta) Plc, Office 1/2373, Level G, Quantum House, 75 Abate Rigord Street, Ta’ Xbiex XBX 1120, Malta. Codice Fiscale n° 97765070152, Concessione n° 15253.
© 2001-2022 bet365. Tutti i diritti riservati.
bet365 utilizza cookie
Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie.
Gestisci cookie
Accetta
Cookie di prestazione
I cookie di prestazione migliorano l'esperienza dell'utente attraverso la raccolta anonima delle preferenze. Vengono utilizzati internamente per fornire statistiche complessive sugli utenti che visitano i nostri siti web.
Accetta
Cookie essenziali
Alcuni cookie sono necessari al funzionamento del sito e non possono essere disattivati. Tra questi:
Gestione della sessione
Gestiscono le informazioni della sessione e consentono agli utenti di navigare il sito.
Funzionalità
Contengono delle informazioni che ci permettono di memorizzare le preferenze salvate dall'utente, per es. la lingua, le tipologie di elenco, le impostazioni dei media. Sono inoltre utilizzati per agevolare l'esperienza dell'utente, per esempio evitando che visualizzi lo stesso messaggio due volte.
Prevenzione frodi
Contengono delle informazioni che ci aiutano a bloccare l'uso fraudolento del sito.
Monitoraggio
Contengono informazioni su come gli utenti sono arrivati sul sito. È per noi necessario registrare questo dato, in modo tale da retribuire equamente i nostri affiliati.