Sahara svela il progetto Suzuki

11 febbraio 2021 14:34:48 CET

Il project leader della Suzuki, Shinichi Sahara, ha parlato degli obiettivi della casa giapponese.

La Suzuki nelle ultime stagioni ha fatto grandi passi avanti, grazie a tanta costanza e determinazione la casa giapponese è riuscita a mettere a punto una moto molto competitiva e l'anno scorso Joan Mir è riuscito a laurearsi campione del mondo.

Nel 2020 Mir è cresciuto molto e ha ottenuto risultati fantastici, ma non so dire se la Suzuki sia la moto migliore.

Shinichi Sahara

La concorrenza è tanta e per la Suzuki non sarà facile ripetere quanto di buono fatto nella passata stagione, ma è questo l'obiettivo della casa giapponese.

In una recente intervista, il project leader della Suzuki Sahara ha dichiarato che sarà fondamentale continuare lo sviluppo della moto e migliorare in qualifica: "Il nostro obiettivo è sempre quello di vincere, ma conquistare il Mondiale rappresenta ovviamente uno step in più e quindi confermarsi a livello iridato, vincere i titoli piloti, team e squadre rappresenta la nostra grande sfida. Dobbiamo migliorare in qualifica, centrando più spesso la prima e la seconda fila, spingendo lo sviluppo in molte direzioni, non solo sulla crescita nel giro secco. Nel 2020 Mir è cresciuto molto e ha ottenuto risultati fantastici, ma non so dire se la Suzuki sia la moto migliore".

Mir è determinato a laurearsi campione del mondo per il secondo anno di fila, mentre l'altro pilota della Suzuki, Alex Rins, darà il massimo per ritagliarsi un ruolo di primo piano nella lotta al titolo dopo il terzo posto conquistato nella passata stagione.

Nel 2020 Mir è riuscito a vincere il Motomondiale nonostante una sola vittoria all'attivo.

Guarda tutte le altre scommesse di Motociclismo